A chi andrà il ricavato della Condominio Run

Run Your Life Again RYLA onlus è nata nel 2015 su iniziativa di una paziente dell’Istituto Oncologico Veneto di Padova, Sandra Callegarin; durante il suo percorso di cura scopre nella corsa uno sprone, una fonte di energia per combattere il tumore; terminate le cure decide di condividere la sua esperienza di malattia e di corsa e di tradurla in un progetto da realizzare insieme all’Istituto Oncologico Veneto IOV di Padova che l’ha curata.

Costituisce con il marito la Onlus Run Your Life Again – RYLA e con il patrocinio, collaborazione e coordinamento dell’Istituto Oncologico Veneto I.R.C.C.S. e la collaborazione dell’UOC Medicina dello Sport e dell’Esercizio Azienda Ospedaliera di Padova raduna una squadra di donne operate di tumore al seno e una rappresentanza del personale medico dell’Istituto Oncologico Veneto IOV che le ha seguite, insieme alle quali affrontare, dopo la sfida della malattia, quella di correre la Maratona di New York 2016.E dopo il traguardo di New York, la squadra ha corso la maratona di Valencia a novembre 2017 e con una squadra raddoppiata, quella di Londra lo scorso aprile 2018 e ora sta per ripartire con nuovi obiettivi e ulteriore ampliamento della squadra!
LA MISSION DI RYLA, col progetto RUN FOR IOV è

  • la riabilitazione psicofisica delle pazienti di tumore al seno attraverso la corsa vissuta come squadra insieme a rappresentanti del personale medico e infermieristico dello IOV che le hanno curate con i quali dopo aver corso la maratona contro il cancro, allenarsi ed arrivare a correre una vera maratona. Una vera rappresentazione dell’alleanza medico/paziente Pazienti e medici insieme!
  • la sensibilizzazione riguardo all’importanza della prevenzione per una patologia che è la principale causa di morte della popolazione femminile mondiale oggi;
  • la diffusione di un messaggio di speranza di coraggio per le pazienti di oggi, che faccia vedere una luce in fondo al tunnel della malattia a quelle donne che in quel tunnel sono ancora, dimostrando che dopo un tumore al seno, una volta concluse le terapie, si può riprendere a correre a pieno la propria vita;
  • la raccolta di fondi per la Breast Unit e la ricerca contro il tumore al seno dell’Istituto Oncologico Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *