Come è nata questa idea…

La verità è che ero una di quelle persone che guardava, dal finestrino della macchina, quelli che correvano la domenica mattina alle sette e mi sembrava gente non sana di mente, probabilmente con qualche deficit ereditario, o comunque qualcuno che non stava bene.

Perchè correre sull’argine di un fiume? A quell’ora? Vestiti in quel modo un po’ ridicolo.

Si sa che il tempo punisce i presuntuosi e i saccenti.

Qualche anno dopo, quando vedo una macchina che mi sfreccia accanto mentre, al quindicesimo chilometro, sono “leggermente” ansimante, penso che loro, in quel preciso istante, stanno pensando di me la stessa cosa, che “quel signore” probabilmente non ha tutte le rotelle a posto.

Eppure corro. Corro anche se ho cominciato troppo tardi per considerarmi un vero atleta, corro perchè quando, per ragioni di lavoro, non riesco a fare i miei km settimanali, sto male. Corro perchè la soddisfazione di finire una mezza maratona è pari a quella di un oscar alla carriera.

Uscire dalla radio finita la trasmissione, indossare le scarpe e andare è diventato un gesto senza il quale non saprei propro stare senza.

Quando i ragazzi del Gruppo Podisti Legnaro mi hanno contattato per dar vita a questa “cosa”, ho pensato che potesse essere il modo giusto per avvicinare ancora di più la mia passione più grande (la radio) all’altra (la corsa).

La Condominio Run nasce, come molte buone idee (speriamo questa sia ottima), davanti ad una birra tra qualche risata ed aneddoti sul come corriamo, quanto corriamo e perchè corriamo.

Condominio Run perchè il Condominio è la nostra trasmissione del mattino: mia e di Massimo (che non corre, ma ci sarà comunque). Sarà un modo per vedere da vicino tanti amici che ascoltano la radio e anche di conoscerne di nuovi. Se poi, dopo la corsa, vi avanza un po’ di tempo… restate con noi: si farà festa…

Vi aspetto.

Paolo Zippo



5 Risposte a “Come è nata questa idea…”

  1. Tiziana Bagatella

    Ogni mattina mi mettete il buon umore, siete veramente forti!!! Sarò io e la mia famiglia presente al ” condominio Runner” non parteciperemo come runner ma come “cazzari” con il calice in mano… Ps. ovviamente io tacco 12😉😂🙊

  2. Massimiliano

    È si chi non ha mai corso non sa quello che si prova correndo. Non si può spiegare il modo più giusto per far capire quanto c’è dietro a questo gesto sono le iniziative come questa della Condominio Run. Sicuramente qualcuno che parteciperà anche solo per la curiosità presto lo vedremo magari alla sua prima mezza maratona con le lacrime agli occhi.
    Complimenti per la bella idea …

  3. Manfredo

    Ho iniziato tardi anche io (tanto tardi) ma quello che hai scritto lo penso anche io
    Solo che ora quando guardo quelli che mi osservano dall’auto penso: sarebbe meglio lo facessi anche tu

  4. Marta Spenippo

    Ciao Zippo anch’io più o meno la pensavo cosi qiando da ragazzina vedevo passare un fiume di gente alla venicemarathon a Fiesso d’Artico dove abitavo. Poi nel 2003 una vera e propria folgorazione per questo bellissimo modo per stare in forma e socializzare. Ora faccio parte di un gruppo il boomerang di Ponte san Nicolò e tutte ma proprio tutte le domeniche mattina appuntamento con gli amici per correre onsieme alle varie marce del territorio padovano. Sicuramente saro dei vostri alla condominio run. Bellissima iniziativa direi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *